I Migliori Libri Distopici Da Leggere

Secondo il dizionario, una distopia è una rappresentazione di un futuro indesiderabile, caratterizzato da una società totalitaria, scientista e tecnocratica. Si tratta quindi di un genere letterario molto ampio, spesso unito ad altri generi, come fantascienza, thriller o horror. Per questo motivo i romanzi distopici sono spesso molto differenti tra loro e non è detto che tutti possano piacerci.

In questa lista vi parlerò delle mie distopie preferite e quelle che, secondo me, tutti dovrebbero provare a leggere.

“Metro” di Dmitry Glukhovksy

Copertina Metro

L’anno è il 2033. Il mondo è ridotto ad un cumulo di macerie. L’umanità è vicina all’estinzione. Le città mezze distrutte sono diventate inagibili a causa delle radiazioni. Al di fuori dei loro confini, si dice, solo deserti e foreste bruciate. I sopravvissuti ancora narrano la passata grandezza dell’umanità. Ma gli ultimi barlumi della civiltà fanno già parte di una memoria lontana, a cavallo tra realtà e mito. Più di vent’anni sono passati dall’ultimo decollo di un aeroplano. I binari ferroviari, abbandonati, portano verso il nulla. L’etere è spento e laddove prima suonavano le frequenze delle maggiori radio mondiali, da Tokyo a New York fino a Buenos Aires, ora regna solo il silenzio.

Metro di Dmitry Glukhovksy è stata una delle prime serie distopiche che abbia mai letto e quella che mi ha fatto innamorare del genere. Una scrittura sublime perfetta per il genere, qualcosa che ho trovato solo nei libri di autori russi. Consiglio assolutamente la lettura di questo capolavoro a chiunque voglia immergersi in una distopia per la prima volta.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“Picnic sul ciglio della strada” di Arkadi e Boris Strugatzki

I Migliori Libri Distopici Da LeggerePicnic sul ciglio della strada di Arkady Strugatsky, Boris Strugatsky
Pubblicato da: Marcos y Marcos
Genere/i: Fantascienza, Post apocalittico
Formato: Paperback
Pagine: 222
Acquista Qui:
Amazon
IBS
Feltrinelli
MondadoriStore
Libraccio
five-stars

Marmont, una cittadina industriale come tante altre.Eppure, poco oltre la periferia, qualcosa è cambiato irreversibilmente. Al di là di hangar e capannoni, in mezzo a una natura splendida, si estende un territorio dalle caratteristiche uniche. È la Zona: uno dei sei luoghi del mondo 'visitati' dagli extraterrestri. La Zona: un luogo magico e pericoloso, che pullula di fenomeni sconvolgenti, di oggetti dalle qualità straordinarie.Come dopo un picnic sul ciglio della strada, a metà del viaggio fra una galassia e l'altra, gli extraterrestri hanno mollato i propri avanzi sul prato. 'Avanzi' che hanno cambiato radicalmente leggi fisiche e natura di quei luoghi. Accumulatori eterni, gusci energetici, antigravitometri sono strumenti di altissimo valore scientifico ed economico, prede prelibate di studiosi e trafficanti.A Marmont nasce una nuova professione, quella di 'stalker'.Gli stalker entrano nella Zona a caccia di questi oggetti e li rivendono al miglior offerente.Tenace 'cercatore' dell'Istituto delle civiltà extraterrestri, Red Schouart, in arte Roscio, è sedotto dalla potenza della Zona. Rapido, fortissimo, deciso, è pronto a strisciare su un suolo imprevedibile a temperature insostenibili.L'Eldorado sembra a un passo, in quel luogo assoluto, ma non sono né la ricchezza, né il potere, né la verità che premono a Roscio: è il brivido estremo della sfida, il desiderio di 'bucare' lo schermo del possibile che lo spingono a trasgredire le leggi – fisiche e morali – di una comunità pavida e corrotta.Questo romanzo è un gioiello della letteratura fantastica di tutti i tempi: lo 'Stalker' e la 'Zona' sono diventati veri e propri archetipi.

Altra pietra miliare della distopia russa, Picnic sul ciglio della strada è uno dei libri più famosi scritto da autori dell’URSS. Grazie alla loro prosa caratteristica i fratelli Strugatzki riescono a raccontare una storia trasmettendoci direttamente l’angoscia provata dal protagonista. Non è sicuramente un libro per tutti data la sua particolare struttura narrativa, ma consiglio di dargli una possibilità.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“Battle Royale” di Koushun Takami

I Migliori Libri Distopici Da LeggereBattle Royale (Manga) di Koushun Takami
Pubblicato da: Panini Comics
Genere/i: Manga, Distopico
Formato: Manga
Pagine: 208
Acquista Qui:
Amazon
IBS
Feltrinelli
MondadoriStore
Libraccio
one-star

"Battle Royale" racconta dell'assurdo piano di educazione chiamato "Programma": alcuni studenti di scuole medie sono costretti a uccidersi a vicenda. Solo l'unico sopravvissuto potrà tornare a condurre una vita ordinaria (sempre che la sua mente regga).

Battle Royale è il capolavoro e unico libro di Koushun Takami, autore che ha dato le basi per uno dei generi più in voga negli ultimi anni. In questo libro l’adrenalina non smette un attimo di scorrere, siamo sempre all’erta e non c’è un momento di pausa. Non manca poi un po’ di follia stravagante, con personaggi fuori dal comune e scene da film d’azione hollywoodiano.

Sicuramente uno dei migliori libri che abbia mai letto, assolutamente consigliato soprattutto per il valore che ha portato alla cultura popolare degli ultimi anni.

Ne ho anche parlato su Arte della Lettura Podcast!

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“Il mondo nuovo” di Aldous Huxley

I Migliori Libri Distopici Da LeggereIl mondo nuovo / Ritorno al mondo nuovo di Aldous Huxley
Pubblicato da: Mondadori
Genere/i: Fantascienza
Formato: Paperback
Pagine: 344
Acquista Qui:
Amazon
IBS
Feltrinelli
MondadoriStore
Libraccio
five-stars

Far crescere novantasei esseri umani dove prima ne cresceva uno solo. Progresso.Il culto di Ford domina uno Stato totalitario in cui ogni aspetto della vita viene pianificato in nome del razionalismo produttivistico e tutto è sacrificato al mito del progresso. Concepiti e prodotti industrialmente in provetta, i cittadini sono liberi da fame, guerra, malattie e possono accedere liberamente a ogni piacere. In cambio, però, devono rinunciare a emozioni e sentimenti, a ogni manifestazione della propria individualità. Devono produrre e consumare e,soprattutto, non amare. Un romanzo visionario,dall'inesausta forza profetica, sul destino dell'umanità e sulla forza di cambiarlo.

Il mondo nuovo di Aldous Huxley è un famosissimo classico della letteratura distopica, perciò non poteva mancare. In questo libro l’autore riesce a creare un mondo distopico estremamente dettagliato e realistico. A volte le descrizioni possono risultare un po’ troppo puntigliose e prolisse, ma nel complesso si tratta di un ottimo libro fondamentale per gli appassionati delle distopie.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“La strada” di Corman McCarthy

I Migliori Libri Distopici Da LeggereLa strada di Corman McCarthy
Pubblicato da: Einaudi
Genere/i: Distopico
Formato: Paperback
Pagine: 220
Acquista Qui:
Amazon
IBS
Feltrinelli
MondadoriStore
Libraccio
five-stars

Un uomo e un bambino viaggiano attraverso le rovine di un mondo ridotto a cenere in direzione dell'oceano, dove forse i raggi raffreddati di un sole ormai livido cederanno un po' di tepore e qualche barlume di vita. Trascinano con sé sulla strada tutto ciò che nel nuovo equilibrio delle cose ha ancora valore: un carrello del supermercato con quel po' di cibo che riescono a rimediare, un telo di plastica per ripararsi dalla pioggia gelida e una pistola con cui difendersi dalle bande di predoni che battono le strade decisi a sopravvivere a ogni costo. E poi il bene piú prezioso: se stessi e il loro reciproco amore. Nell'insuperabile creazione di McCarthy, la post-apocalisse assume il volto realistico di un padre e un figlio in viaggio su un groviglio di strade senza origine, dentro una natura ridotta a involucro asciutto, fra le vestigia paurosamente riconoscibili di un mondo svuotato e inutile.

La strada di Corman McCarthy è una distopia unica, dove la prosa dell’autore supporta perfettamente la malinconia e la solitudine delle ambientazioni. Frasi asciutte e brevi ci immergono in un mondo desolato dove un uomo e suo figlio cercano di sopravvivere giorno per giorno. Fra tutte le distopie citate in questo articolo, questa è sicuramente la più meritevole.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“Io sono leggenda” di Richard Matheson

I Migliori Libri Distopici Da LeggereIo sono leggenda di Richard Matheson
Pubblicato da: Mondadori
Genere/i: Horror, Fantascienza
Formato: Paperback
Pagine: 200
Acquista Qui:
Amazon
five-stars

Robert Neville è probabilmente l'ultimo uomo vivente sul pianeta… eppure non è solo. Un morbo incurabile ha trasformato uomini, donne e bambini in vampiri assetati di sangue. Di giorno Robert attraversa le rovine della civiltà, seguendo le tracce dei mostri come un cacciatore sulle orme della preda, li studia, sperimenta nuovi modi per sterminarli. Di notte si barrica in casa, assediato dalle creature delle tenebre, e implora che sorga presto il sole…
Rovesciando la situazione di Dracula, vampiro nel mondo degli uomini, Matheson immagina un uomo solo in un mondo di creature mostruose, dando vita a uno degli scenari più fortunati della letteratura e del cinema novecentesco. Quello che - con la sua scrittura ossessivamente cristallina, asciutta, ipnotica - Matheson dipinge è un mondo apocalittico, straniato, nel quale ogni valore e ogni certezza vengono stravolti. Chi sono i buoni e chi i cattivi? Ci sono davvero dei buoni e dei cattivi? O ci sono solo eventi e creature che sfuggono alla comprensione razionale e alla catalogazione scientifica? L'orrore, suggerisce Matheson, ci abita accanto.

Io sono leggenda ha una prosa asciutta e diretta molto simile a quella di Corman McCarthy e forse proprio per questo motivo mi è piaciuto così tanto. In questo romanzo il protagonista, Robert Neville, passa le giornate a prepararsi per la notte, quando i vampiri si svegliano pronti a uccidere l’ultimo uomo rimasto sulla terra.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

“Falce” di Neal Shusterman

Ho ricevuto questo libro gratuitamente. In nessun modo la mia valutazione è stata influenzata.

I Migliori Libri Distopici Da LeggereFalce di Neal Shusterman
Serie: Trilogia della Falce #1
Pubblicato da: Mondadori
Genere/i: Fantascienza, Distopico
Pagine: 360
Acquista Qui:
Amazon
IBS
Feltrinelli
MondadoriStore
Libraccio
five-stars

Un mondo senza fame, senza guerre, senza povertà, senza malattie. Un mondo senza morte. Un mondo in cui l’umanità è riuscita a sconfiggere i suoi incubi peggiori.
A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un’immensa, onnisciente e onnipotente intelligenza artificiale. Il Thunderhead non sbaglia mai, e soprattutto non ha sentimenti, né rimorsi, né rimpianti.
Quello in cui vivono i due adolescenti Citra Terranova e Rowan Damisch è davvero un mondo perfetto. O così appare.
Se nessuno muore più, infatti, tenere la pressione demografica sotto controllo diventa un vincolo ineluttabile. Anche l’efficienza del Thunderhead ha dei limiti e non può provvedere alle esigenze di una popolazione in continua crescita. Per questo ogni anno un certo numero di persone deve essere “spigolato”. In termini meno poetici: ucciso.
Il delicato quanto cruciale incarico è affidato alle cosiddette falci, le uniche a poter decidere quali vite devono finire. Quando la Compagnia delle falci decide di reclutare nuovi membri, il Venerando Maestro Faraday sceglie come apprendisti proprio Citra e Rowan. Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette.

L’uomo ha sconfitto la morte e le persone possono vivere per l’eternità, ma lo spazio rimane comunque limitato. Nel libro di Neal Shusterman la soluzione consiste in un gruppo di persone, le Falci appunto, che hanno il compito di spigolare le persone, uccidendole in modo definitivo, per mantenere la popolazione entro una certa quantità.

Una delle migliori distopie degli ultimi anni.

Leggi la recensione completa o Acquista su Amazon.

Lascia un commento