Recensione “Dimentica il mio nome” di Zerocalcare

Recensione “Dimentica il mio nome” di ZerocalcareDimentica il mio nome di Zerocalcare
Pubblicato da: Bao Publishing
Genere/i: Fumetto, Graphic novel
Formato: Hardcover
Pagine: 236
Compra su Amazon
Goodreads
four-stars

Quando l'ultimo pezzo della sua infanzia se ne va, Zerocalcare scopre cose sulla propria famiglia che non aveva mai neanche lontanamente sospettato. Diviso tra il rassicurante torpore dell'innocenza giovanile e l'incapacità di sfuggire al controllo sempre più opprimente della società, dovrà capire da dove viene veramente, prima di rendersi conto di dove sta andando. A metà tra fatti realmente accaduti e invenzione, Dimentica il mio nome è un piccolo gioiello narrativo, la conferma, se mai ce ne fosse bisogno, di un talento puro e innegabile.

Recensione breve di Dimentica il mio nome (senza spoiler)

In Dimentica il mio nome Zerocalcare ricorda sua nonna Huguette, personaggio misterioso della sua infanzia. Alla sua morte, avvenuta nel 2014, Zero decide di scoprire di più su di lei e sulla sua famiglia, cercando di riempire i vuoti presenti nella sua memoria.

Zerocalcare non solo ci racconta una storia, ma lui stesso scopre insieme ai lettori la vita di sua nonna.

Dimentica il mio nome è ricco di elementi di finzione uniti ad elementi reali. Questi si mischiano e si confondono, tanto da rendere difficile capire cosa è vero e cosa è inventato.

Conclusioni

Un’ottima lettura, ma non una delle mie graphic novel preferite.

Aiuta il blog condividendo questo post!

Lascia un commento