Recensione “Orfani” di Roberto Recchioni e Emiliano Mammucari

Orfani Prima Serie
Recensione “Orfani” di Roberto Recchioni e Emiliano MammucariOrfani Prima Serie di Emiliano Mammuccari, Roberto Recchioni
Serie: Orfani #1
Pubblicato da: Bao Publishing
Genere/i: Fantascienza, Fumetto
Formato: Hardcover
Pagine: 352
Compra su Amazon
Goodreads
one-star

I primi tre capitoli della saga di Orfani, la prima serie a colori della Sergio Bonelli Editore, ideata da Roberto Recchioni, in un curatissimo volume oversize, cartonato e su carta di altissima qualità, con una grande quantità di extra, materiali preparatori, commenti degli autori e una copertina inedita di Emiliano Mammucari a racchiudere il tutto. L'edizione definitiva di un classico moderno, che BAO proporrà in quattro volumi a cadenza trimestrale.

Tempo di lettura: 2 minuti

Recensione Orfani – Prima stagione (senza spoiler)

Nota: Questa è la recensione della prima stagione completa.

Orfani è una serie a cui ero interessato da parecchi anni, ma l’ho sempre lasciata da parte per via del suo costo proibitivo. Finalmente mi sono deciso a darle una possibilità e ho acquistato la prima stagione nell’edizione BAO, la quale raccoglie in soli 4 volumi tutti e 12 i primi albi per un costo di 27 euro a volume, non poco.

Trama

Ogni capitolo di Orfani è diviso in due parti: flashback all’addestramento dei giovani Orfani e storyline attuale. In ogni albo la storia avanza molto lentamente, focalizzandosi maggiormente sull’approfondimento dei rapporti e dei caratteri dei personaggi. Dopo un’intera stagione il progresso della trama è minimo e il finale di stagione lascia molte domande in sospeso. In tutto ciò i personaggi sono comunque piatti, salvo un paio di loro. Il resto del cast è banale e poco caratterizzato, tant’è che molte interazioni tra personaggi sono scontate e prevedibili.

La storia è scontata, l’unico plot twist è stato già usato in milioni di altre opere e non è nulla di sorprendente.

Disegni

I disegni sono poveri, spogli, senza dettagli e poco curati. Non c’è nemmeno il gusto di osservare più a lungo una vignetta, tanto non si troverà nulla di extra, nessun disegno incredibile, niente di niente. Disegni in tipico stile Bonelli, ma stavolta a un costo esorbitante.

Edizione

L’edizione BAO include extra che potrebbero interessare a molti, ma che personalmente ho smesso di leggere dal secondo volume in poi. La qualità è buona, ma il prezzo rimane molto elevato.

Conclusioni

Una serie troppo costosa, il cui prezzo non rispecchia la qualità. Nulla di eccezionale o di nuovo. Non la proseguirò.