Recensione “The Roads to Sata: A 2000-Mile Walk Through Japan” di Alan Booth

Leggendo Autostop con Buddha mi è capitato un paio di volte di leggere riferimenti a un altro libro, per appunto The Roads to Sata. Incuriosito dalla premessa del viaggio a piedi attraverso il Giappone, ho deciso di recuperare questo libro, purtroppo disponibile solo in lingua inglese. The Roads to Sata è il diario di viaggio di Alan Booth, inglese che da 7 anni vive in Giappone, il quale decide di …

Continua a leggereRecensione “The Roads to Sata: A 2000-Mile Walk Through Japan” di Alan Booth

Recensione “Autostop con Buddha. Viaggio attraverso il Giappone” di Will Ferguson

Recensione senza spoiler In Autostop con Buddha l’autore, Will Ferguson, decide di seguire il Sakura Senzen, il “Fronte dei Fiori di Ciliegio”, un percorso che parte dal sud del Giappone fino all’estremo nord, un viaggio con lo scopo di seguire la sbocciatura dei fiori simbolo del Giappone. La parte più interessante del libro è che Ferguson decide compiere il viaggio solamente tramite autostop per essere più vicino ai giapponesi e …

Continua a leggereRecensione “Autostop con Buddha. Viaggio attraverso il Giappone” di Will Ferguson

Recensione “La porta proibita” di Tiziano Terzani

Recensione senza spoiler Dopo La Cina in dieci parole ecco un’altro libro a tema Cina, composto dagli articoli di Tiziano Terzani scritti per Straude durante la sua residenza nel paese. Contenuti Il libro è diviso in capitoli per regione o per tema. Ognuno di essi è composto da parecchie pagine e descrive, nel classico stile dettagliato e romanzato di Terzani, la politica e gli avvenimenti relativi al luogo o allo …

Continua a leggereRecensione “La porta proibita” di Tiziano Terzani

Recensione “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani

Recensione “Un indovino mi disse” di Tiziano TerzaniUn indovino mi disse di Tiziano Terzani
Pubblicato da: TEA
Genere/i: Narrativa di viaggio
Formato: Paperback
Pagine: 428
Vedi su Goodreads
four-stars

Nel 1976 un indovino cinese avverte Tiziano Terzani, corrispondente dello "Spiegel" dall'Asia: "Attento. Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell'anno non volare mai". Nel 1992 Terzani si sente stanco, dubbioso sul senso del suo lavoro. Gli torna in mente quella profezia e la vede come un'occasione per guardare il mondo con occhi nuovi. Decide di non prendere aerei per un anno, senza rinunciare al suo mestiere. Il risultato di quell'esperienza è un libro che è insieme romanzo d'avventura, autobiografia, racconto di viaggio e reportage.

Recensione senza spoiler

Un indovino mi disse racconta di un anno speciale per Tiziano Terzani, il 1993, quando decide di muoversi senza usare l’aereo. Per un giornalista è una scelta difficile e poco sensata da un punto di vista pratico ma molto interessante da un punto di vista esterno, come quello di noi lettori. Il concetto di base è intrigante e i possibili contenuti del libro infiniti, ma purtroppo la realizzazione finale non raggiunge le aspettative.

Continua a leggereRecensione “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani

Recensione “Vado verso il Capo” di Sergio Ramazzotti

Recensione “Vado verso il Capo” di Sergio RamazzottiVado verso il Capo: Edizione del ventennale. Con introduzione e fotografie inedite di Sergio Ramazzotti
Pubblicato da: Feltrinelli
Genere/i: Narrativa di viaggio
Formato: eBook
Vedi su Goodreads
four-stars

“Sono trascorsi vent’anni, e ‘Vado verso il Capo’, come certi politici, è ancora fra noi. Per festeggiarlo gli abbiamo messo un vestito nuovo, ma sotto c’è ancora lo stesso identico diario scritto da un ragazzino ingenuo del cazzo: vorrei che ciò valesse anche per l’autore.” A vent’anni dall’uscita in libreria, torna il viaggio di Sergio Ramazzotti per un’Africa che non tornerà più e un’altra che sembra destinata a rimanere così in eterno. Per la prima volta con decine di fotografie inedite che l’autore è riuscito a scattare e salvare da ladri e militari. Fotografie che illustrano i 13.000 km percorsi da Algeri a Città del Capo, affrontando il Sahara e la giungla usando ogni genere di trasporto - bicicletta, camion, treni merci, taxi, furgoni, traghetti, barchini - o andando a piedi, spesso senza soldi per corrompere le autorità, ma sempre accanto a quei personaggi indelebili che animano vividi ancora oggi le sue pagine. Numero di caratteri: 594.574

Recensione senza spoiler

Prosegue la mia fase “Letteratura di viaggio”, ma finalmente cambio continente e stavolta eccoci in AfricaVado verso il Capo di Sergio Ramazzotti, autore di cui non avevo mai letto nulla, ci accompagna da Algeri, nel nord, fino a Città del Capo, in Sudafrica, muovendosi usando solo mezzi terrestri: camion, treni, taxi affollatissimi…

Continua a leggereRecensione “Vado verso il Capo” di Sergio Ramazzotti

Recensione “Buonanotte, signor Lenin” di Tiziano Terzani

Recensione “Buonanotte, signor Lenin” di Tiziano TerzaniBuonanotte, signor Lenin di Tiziano Terzani
Pubblicato da: TEA
Genere/i: Narrativa di viaggio
Formato: Paperback
Pagine: 423
Vedi su Goodreads
five-stars

Nell'agosto del 1991 Tiziano Terzani si trova lungo il corso del fiume Amur, in Siberia, aggregato a una spedizione sovietico-cinese, quando apprende la notizia del golpe anti-Gorbacëv che ha appena avuto luogo a Mosca. Decide di intraprendere subito, questa volta da solo, un lungo viaggio che in due mesi lo condurrà, attraverso la Siberia, l'Asia centrale e il Caucaso, fino alla capitale. Un'esperienza eccezionale, fissata negli appunti, nelle riflessioni e nelle fotografie che compongono questo libro, una testimonianza in presa diretta di un evento epocale, una galleria di individui e popoli diversi, un panorama di città leggendarie, di luoghi sconosciuti e abbandonati ai margini della storia, di vestigia del passato e di segnali del nuovo che avanza. Un viaggio, e un libro, che riprende la fotografia istantanea del tramonto definitivo dell'impero sovietico.

Recensione senza spoiler

Dopo aver letto ed apprezzato Un indovino mi disse, sempre di Terzani, decisi di recuperare il resto della sua bibliografia. Con soli due anni di ritardo ho così acquistato Buonanotte, signor Lenin nella  nuova edizione edita da TeA (Collana Opere di Tiziano Terzani). Il libro è un diario di viaggio/racconto giornalistico dei giorni successivi alla fine del comunismo visti da alcuni stati dell’URSS diventati poi indipendenti. Cerca quindi di capire come la fine del comunismo si ripercuote sulle vite della gente comune.

Continua a leggereRecensione “Buonanotte, signor Lenin” di Tiziano Terzani