Recensione “American Gods” Edizione Illustrata di Neil Gaiman

Recensione “American Gods” Edizione Illustrata di Neil GaimanAmerican Gods di Neil Gaiman
Pubblicato da: Mondadori
Genere/i: Fantasy, Mitologia
Formato: Hardcover
Pagine: 518
Compra su Amazon
Goodreads
five-stars

Appena uscito di prigione, Shadow fa conoscenza con un enigmatico Mister Wednesday che gli offre di lavorare per lui. Rimasto senza risorse né famiglia, Shadow accetta. Ma ci metterà un po' a capire che dietro quell'individuo si cela Odino, la somma divinità del pantheon nordico. Una battaglia di proporzioni epiche sta per essere combattuta, uno scontro fra divinità per conquistare l'anima dell'America. Per questo Shadow è stato arruolato... L'edizione è illustrata dalle immaginifiche tavole di Dave McKean.

Riassunto brevissimo

Gli dei antichi e quelli nuovi vivono tra noi e stanno preparando una guerra per la sopravvivenza. Shadow, il nostro protagonista umano, viene assunto come tuttofare da una divinità.

Recensione senza spoiler

Quando iniziai a leggere American Gods non sapevo molto della trama. La quarta di copertina è molto vaga e non lascia ben capire cosa accadrà nel libro, perciò ho iniziato la lettura basandomi solo su due fattori: sembrava interessante e l’edizione è davvero bella. Ho fatto un’ottima decisione!

La recensione è breve perché credo che meno si sa su questo romanzo e più piacevole sarà la lettura. Per lo stesso motivo, non parlerò nel dettaglio della trama.

Trama

American Gods è un libro meraviglioso a cui ancora non ho trovato difetti. Il racconto comincia lentamente per poi stabilizzarsi dopo pochi capitoli, ma non annoia mai e rimane sempre interessante e coinvolgente.
Tutto ciò che viene iniziato ha poi una conclusione degna e sensata. Ovvero, qualsiasi cosa che accade nel romanzo ha un senso per la storia o una chiusura nell’epilogo, nulla viene lasciato al caso o abbandonato. La trama ha inoltre continui risvolti e colpi di scena interessantissimi e sempre inaspettati.

Personaggi

I personaggi sono tutti ben caratterizzati, anche quelli di importanza minore. Risulta un po’ difficile ricordarseli ogni volta che vengono citati, ma Gaiman fa un ottimo lavoro nel rinfrescare sempre la memoria del lettore per evitare di rimanere spaesati.
Il “cast” è ben fornito, con divinità da moltissime civiltà e credi differenti.

Come già detto nulla è lasciato al caso, infatti Gaiman spiega in modo ottimale tutto ciò che riguarda le divinità: come nascono, come mantengono i poteri, perché vivono tra noi e perché vogliono la guerra.

Edizione

Anche qui, tutto ottimo. Edizione bellissima, ben fatta e di alta qualità. Le pagine al tatto sono bellissime, anche se purtroppo molte (più della metà) presentavano delle leggere macchie d’inchiostro, ma mai sul testo e quindi non di disturbo. Le illustrazioni sono atipiche, alcune le ho apprezzate mentre altre un po’ di meno, ma di sicuro aggiungono un bel tocco al libro.

I contenuti extra (pre e post romanzo) sono tanti e veramente interessanti.

Conclusioni

American Gods è uno dei migliori libri che io abbia mai letto. Effettivamente può sembrare lento in certi punti, ma questa è l’edizione speciale (conosciuta con diversi nomi: del decimo anniversario, la preferita dell’autore, quella illustrata). Come detto da Neil Gaiman stesso nell’introduzione, questa edizione contiene anche le parti di testo scartate dall’editore per la prima edizione, perciò risulta più corposa dell’edizione classica.

Aiuta il blog condividendo questo post!

4 risposte a “Recensione “American Gods” Edizione Illustrata di Neil Gaiman”

  1. […] dato dalla dimensione di questo libro, ben 800 pagine grandi quasi quanto un foglio A4. Ma dopo American Gods nulla può farmi paura, quindi ho iniziato la lettura e… mi sono ricreduto; lettura molto […]

  2. […] utilissimo come base per comprendere al meglio altri media, come appunto God of War (videogioco) o American Gods (un altro libro di Neil […]

  3. […] perché mi ricordava American Gods di Neil Gaiman, ho aspettative piuttosto […]

  4. […] dato dalla dimensione di questo libro, ben 800 pagine grandi quasi quanto un foglio A4. Ma dopo American Gods nulla può farmi paura, quindi ho iniziato la lettura e… mi sono ricreduto; lettura molto […]

Lascia un commento