Recensione: “Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin

Recensione: “Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. MartinIl Trono di Spade: Libro primo delle cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin
Serie: Cronache del ghiaccio e del fuoco #1, Il trono di spade #1
Pubblicato da: Mondadori
Genere/i: Fantasy
Formato: Hardcover
Pagine: 849
Compra su Amazon
Goodreads
five-stars

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord, la Barriera - una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei - sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l'inverno sta arrivando e non durerà poco: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre.Intrighi e rivalità, guerre e omicidi, amori e tradimenti, presagi e magie si intrecciano nel primo volume della saga de "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco", definita da Marion Zimmer Bradley "la più bella epopea che io abbia mai letto".

Recensione senza spoiler

Erano ormai due anni che questo volume mi osservava dalla libreria in attesa di essere letto, poi finalmente mi sono deciso a curare la mia ignoranza in campo “Game of Thrones”. Il motivo principale per cui rimandavo di continuo questa lettura era ovviamente dato dalla dimensione di questo libro, ben 800 pagine grandi quasi quanto un foglio A4. Ma dopo American Gods nulla può farmi paura, quindi ho iniziato la lettura e… mi sono ricreduto; lettura molto scorrevole, non pesante e assolutamente mai noioso. George Martin riesce a mantenere alto l’interesse per tutta la durata del libro.

Trama

Il libro non ha una trama ben definita, ma bensì seguiamo diversi personaggi e le loro avventure. Ognuno di essi ha la propria storia, i propri conflitti e un proprio scopo, ma tutti sono collegati al famoso Trono di Spade, il trono su cui siede il re dei Sette Regni.

Tutte le vicende narrate sono interessanti e coinvolgenti, alcuni colpi di scena mi hanno obbligato a fermare la lettura per riflettere su ciò che era accaduto e per rileggere infinite volte il paragrafo (mai successo a me).

Le descrizioni dettagliate aiutano a immaginarsi in modo più preciso il mondo del libro, senza mai esagerare o portare il lettore alla noia.

Personaggi

In questo primo libro seguiamo otto personaggi, principalmente membri della famiglia Stark (lord di Grande Inverno, la regione più a nord del regno). Tutti i personaggi sono ben caratterizzati e definiti. Ognuno di essi si differenzia bene dagli altri, ha la propria storia e un proprio obiettivo.

Carino il modo in cui George Martin uccide personaggi anche piuttosto importanti senza alcuna pietà. Un po’ strano all’inizio, ma crea situazioni e scene inaspettate.

Edizione

L’edizione da me letta è l’ “Edizione Lusso”, un nome tanto eccentrico per definire un libro con copertina in cartone lucido. L’edizione a primo impatto è bella, con la copertina in stile pelle di drago e lo stemma di casa Stark. In realtà la qualità effettiva del prodotto è molto mediocre: la copertina si rovina subito con la lettura, rompendosi e “consumandosi”, le pagine sono leggerissime e sottili, vi sono un sacco di sbavature d’inchiostro che a volte rendono la lettura difficile. A inizio libro ci sono due mappe, molto belle ma così piccole da essere inutilizzabili, mentre la lista genealogica a fine libro è molto utile e comoda.

Tutto sommato 25 euro (si trova anche a 20) per questo libro non sono molti, ma sappiate che la qualità non è il massimo. Ma in libreria fa un figurone!

Conclusioni

Libro meraviglioso, ottimi personaggi e storia coinvolgente. Non mi è piaciuto il cliffhanger alla fine del volume, dopo 800 pagine mi aspettavo un minimo di conclusione.

L’edizione vale il prezzo e fa bella figura in libreria.

Aiuta il blog condividendo questo post!

2 risposte a “Recensione: “Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin”

  1. […] al primo libro, qui la trama fa più fatica a ingranare. Nella prima metà del libro non accade nulla, ma vengono […]

  2. […] fatica a immaginarsi il mondo Grisha. Non mi aspetto un capolavoro di worldbuilding ai livelli del Trono di Spade, re indiscusso in questo campo, ma nemmeno un lavoro così povero come […]

Lascia un commento